Progetto educativo e metodologia

“La scuola è luogo di vita in cui il bambino cresce seguendo una comunità educante fatta di adulti impegnati nell’appassionata ricerca della verità”

La scuola primaria paritaria “Figlie di Carità”, in sintonia con i principi di libertà, uguaglianza e soli­darietà della Costituzione italiana, offre un’educazione finalizzata alla crescita dell’alunno in tutte le sue dimensioni, con particolare riferimento ai valori umani e spirituali del messaggio evan­gelico.

La scuola è gestita dall’Ente Ritiro Figlie di Carità, con sede in Montanaro (TO) e fin dal 1744 ha offerto istruzione e educazione e, quando in paese ancora non c’era la scuola media, ha dato vita per un decennio a corsi di formazione post-elementare. Inoltre, ha promosso corsi serali di recu­pero e preparazione al lavoro.

La scuola è funzionante con un ciclo completo di scuola primaria avente un’unica sezione per ciascuna classe. Gli alunni iscritti sono 102 e l’organico è costituito dalla coordinatrice, otto insegnanti e una doposcuolista.

Collaborano:

  • un’insegnante madrelingua per il progetto di Conversazione di Lingua inglese
  • un’insegnante specialistica per il progetto di musica in classe quinta
  • un’insegnante volontaria per il progetto di lingua francese in classe quinta
  • alcune volontarie per la sorveglianza pomeridiana
  • tre operatrici scolastiche per il servizio di vigilanza e pulizia.

Comunità educante

All’interno della nostra scuola, alunni, genitori, docenti e collaboratori scolastici formano un’unica comunità educante, in cui ciascuno, all’interno del proprio ruolo è responsabile della realizzazione del progetto educativo.

Alunni

Gli alunni sono al centro della vita della comunità educante, delle sue scelte e proposte. Come protagonisti si impegnano a:

  • valorizzare e integrare tutte le esperienze culturali, formative e religiose che la scuola offre;
  • superare l’individualismo vivendo l’esperienza di gruppo, aprendosi all’amicizia e al valore della solidarietà;
  • affrontare in modo consapevole e sereno il dovere scolastico.

Genitori

I genitori sono i primi responsabili dell’educazione dei figli. Hanno una collocazione qualificata all’interno della comunità educante e partecipano all’attuazione del progetto educativo. Tale documento è presentato a loro quando iscrivono il fi­glio/a alla scuola, pertanto prendendo atto degli impegni, possono collaborare efficacemente.

Essi si impegnano a:

  • partecipare personalmente, anche tramite gli organi collegiali della scuola;
  • collaborare per la realizzazione di proposte educative e la soluzione di eventuali problemi;

Docenti

Le insegnanti si preoccupano di mettere al centro dei loro interessi gli alunni, offrendo loro dialogo e amicizia. Saranno rispettose della gradualità della loro crescita, creeranno spazi per le loro inizia­tive e li prepareranno per il futuro.

In particolare, si impegnano a:

  • essere animatrici dell’esperienza educativo – scolastica;
  • dare prova di competenza e di serietà professionale;
  • testimoniare con l’insegnamento e con il comportamento i valori umani, culturali e religiosi in sintonia con la mission della scuola paritaria “Figlie di Carità;
  • operare tra loro in modo da dare agli alunni esempio di collaborazione sincera e serena.

Coordinatrice didattica

  • guida e coordina l’attività educativa e didattica;
  • sostiene il lavoro dei docenti;
  • si occupa dell’andamento disciplinare della Scuola;
  • approfondisce e condivide l’ispirazione carismatica e ha il compito di attuarne gli obiettivi in collaborazione con i responsabili dell’Ente religioso;
  • cura la qualità formativo professionale del servizio educativo in un clima di comunione e re­sponsabilità;
  • rappresenta la Scuola nelle relazioni con istituzioni e agenzie presenti sul territorio.
  • svolge le funzioni di raccordo tra l’Ente, le insegnanti, il Consiglio d’Istituto e favorisce i rapporti con le istituzioni presenti nel territorio

La Legale rappresentante o la sua delegata:

  • assicura la realizzazione del Progetto Educativo di Istituto attraverso i propri docenti e i collaboratori scolastici;
  • verifica il puntuale assolvimento degli obblighi istituzionali;
  • vigila sugli aspetti generali della scuola affinchè sia in conformità alle disposizioni vigenti;

Personale ausiliario

Il personale ausiliario è parte integrante della comunità educativa perchè

  • svolge il proprio lavoro in sintonia con il Progetto Educativo;
  • collabora con i docenti e la coordinatrice;
  • instaura rapporti positivi con gli alunni e con le famiglie.

La proposta educativa

Scopo dell’educazione è sviluppare nell’alunno una forte personalità costruita attraverso una rigorosa disciplina intellettuale, aperta ai valori cristiani. Si indicano alcuni concreti obiettivi che la scuola propone ed offre attraverso l’attività educativa e la testimonianza dei Docenti.

A livello formativo

  • coltivare i valori dell’onestà, coerenza, pace, solidarietà, fortezza, responsabilità, personale, e mondialità, …;
  • educare l’affettività del bambino e del ragazzo per stabilire rapporti maturi e responsabili;
  •  promuovere una cultura aperta all’evangelizzazione e coltivare la fede come valore determinante nella vita.

A livello culturale

  • incentivare, con amorevolezza, l’interesse per lo studio e la consapevolezza della necessità della crescita culturale, dimensione essenziale della vita d’oggi;
  • concepire la cultura non come scopo della vita, ma come mezzo e condizione essenziale per realizzarsi e così partecipare più attivamente alla costruzione di una società più giusta;

A livello religioso

  • prospettare, alla luce del Vangelo, una cultura alternativa che non accetta il consumismo, il relativismo etico, la violenza;
  • evidenziare il ruolo della disciplina, dell’equilibrio, della sobrietà, nella crescita della personalità;
  • rendersi conto della realtà della sofferenza e del male, purtroppo presenti nel mondo, ed aiutare ad affrontarli con coraggio e spirito cristiano.

Il metodo educativo

Per raggiungere gli obiettivi di una formazione globale dell’alunno le insegnanti si impegnano a:

  • creare un ambiente collaborativo che favorisca un sereno rapporto interpersonale;
  • valorizzare i comportamenti corretti e positivi;
  • stimolare a vivere i valori umani del rispetto, del perdono e della condivisione;
  • aiutare a superare le difficoltà e gli insuccessi ed accettare le differenze sul piano intellettu­ale e psicofisico;
  • programmare momenti formativi e di festa per i genitori e stimolare la loro partecipazione agli eventi organizzati de Enti sul territorio;
  • individuare risorse e competenze tra i genitori e invitarli ad offrirle alla comunità scolastica.

Gentile Visitatore, il sito richiede di accettare i cookies per scopi legati a prestazioni, social media e annunci pubblicitari. I cookies di terze parti per social media e a scopo pubblicitario vengono utilizzati per offrire funzionalità social, annunci pubblicitari personalizzati e profilazione. Per ulteriori informazioni prema il pulsante "ulteriori informazioni". Potrà sempre modificare le sue preferenze accedendo alla sezione "Impostazioni cookies" del Suo browser.Per i dettagli completi, consulti la Politica sulla privacy e sui cookies

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi